PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

DA TE A LEI

DIO,
mi affidasti a lei
e mi donasti il calore del suo grembo.
Con amor mi accolse
dopo nove mesi mi mise al mondo,
alle prime luci dell'alba.
Le luci folgoranti di una sala
mi abbagliarono e come per magia
mi acclamai al mondo
con il mio gemito, mi feci sentire.
Tu madre, mi stringesti a te
e con lacrime di gioia
il nostro sguardo s'incrociò.
Sentii il tuo calore che
pian pianino attraversava
il mio corpicino.
Percepii ciò che mi avresti
potuto dare, quello che solo
una mamma può
trasmettere
al suo bebè l'amor.
Ti ringrazio di averla
donata a me perchè
mi ha dato tanto
mi ha regalato una vita.
Mi ha fatto diventare
ciò che sono oggi: una donna.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • ELISA DURANTE il 04/11/2010 19:27
    Commovente... dolcissima!
  • Claudio Amicucci il 23/07/2007 23:33
    L'amore di una madre è solo immenso. Io l'ho persa a 14 anni ed oggi che ne ho 60, mi manca ancora di più. È stata dura senza, e ancora lo è. Ciao Claudio
  • Riccardo Brumana il 26/04/2007 09:44
    che emozione... bravissima!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0