accedi   |   crea nuovo account

Volatile come i pensieri

Un giorno incontrai l'amore.
Udii lo scricchiolare dei suoi passi.
Mi disse che aveva intrapreso un viaggio lisergico,
lungo il fragile ponte della realtà.
Mi disse che aveva visto il mondo.
Mi disse che era stanco.
Mi raccontò di essersi librato su volatili pensieri,
di essersi bagnato da tempeste di lacrime,
di aver ruggito nel cielo delle sere d'estate;
di aver sorriso tra due anziani
che facevano l'amore con i loro silenzi;
di aver sorriso guardando un padre
che vede, per la prima volta,
il suo nome sulle labbra del bambino.
Mi raccontò di essere stato nei boschi,
dove regnano i mandorli,
in cui le vergini giocano a smarrire il proprio nome.
Aveva girato il mondo.
Aveva corso, sfiorando a malapena alcune vite.
A volte tornava dai più sordi,
spesso in primavera,
quando le"pupe" decidono di volare.
Conobbe parecchie persone...
Osservò parecchie cose...
Spezzò parecchie vite...
Ma improvvisamente fermò il suo racconto.
Mi disse: "Sono stanco, ma non deluso..."
L'attimo seguente riaprii gli occhi.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

20 commenti:

  • Federica Cavalera il 17/04/2011 20:11
    L'amore descritto magnificamente e solo chi lo vive riesce a raccontarlo in tutte le sue sfaccettature bravo...
  • mariagrazia iannicelli il 23/03/2011 01:19
    devi essere stato nello splendido mondo perduto, quel mondo che oggi appare un mistero per i più, ma che rinasce ogni qualvolta qualcuno dalla purezza estrema ha il privilegio di visitarlo, quel mondo dove pochi riescono a rifugiarsi e dove l'amore qualsiasi esso sia irrompe e si fa sentire senza quei timori che nella società moderna gli impediscono sempre più di vivere... sarà per questo che è stanco?? comunque davvero complimenti!!!
  • ANGELA VERARD0 il 09/03/2011 12:45
    molto bella... mi ha colpito questa forma narrante e questa personificazione dell'Amore che racconta di se stesso, dei suoi viaggi e dei suoi limiti...
    tuttavia stanco non è l'Amore, ma chi sui suoi passi si perde...
  • Anonimo il 24/02/2011 22:35
    Ciao Angelo, il tuo scrivere è molto diverso dal mio scrivere, ma comunque interessante...
    sei fantasioso continua così!
    L.
  • Giovanna Lorusso il 24/02/2011 13:46
    complimenti. davvero evocativa. mi piace come tratti le tue emozioni.
  • Nella Bernardi il 23/02/2011 10:25
    mi piaci perchè sei il dominatore dimostrando una grande maturità e sensibilità, complimenti e grazie per l'amicizia, ciao Nella
  • Margherita Arnone il 22/02/2011 17:29
    Se la bocca con le sue parole puo dir tanto, di certo non supera quello che dice il cuore nel suo silenzio...
  • Anna Raccardi il 22/02/2011 17:00
    poesia molto sentita da brividi, complimenti ANGELO sei bravissimo ciao
  • ELISA DURANTE il 22/02/2011 07:29
    L'amore non delude chi lo ama. Può sconvolgere, esaltare, annientare, pugnalare e accarezzare, ma deludere no, se lo si ama. Mi piace molto come scrivi!
  • Patrizia Vilardo il 20/02/2011 21:59
    molto bella sei davvero bravo
  • Rosarita De Martino il 19/02/2011 08:02
    Questa tua poesia capta la mia attenzione e la mia simpatia, perchè l'amore che tu descrivi ha un timbro di universalità in quanto abbraccia "tutto ciò che per l'universo si squaterna (Dante)". In sintonia di pensieri ti saluto caramente. Rosarita
  • vincent corbo il 19/02/2011 07:08
    Forse la felicità assoluta consiste nel vivere un amore ricambiato... i tuoi versi mi hanno fatto affiorare nella mente questa riflessione.
  • Silvia il 18/02/2011 20:39
    Se mi permetti considerata la tua giovane età oltre a una sensibilità particolare trasmetti di avere già consapevolezze che solo un buon osservatore della vita puà trasmettere in versi così belli... Bravo
  • francesca cuccia il 18/02/2011 20:28
    Delicato il tuo scrivere.
    Complimenti viissimi.
  • mariella mulas il 18/02/2011 15:50
    Assoluta... e piena di intensi significati... Complimenti Angelo sei scoperta d'autore a tutti i livelli. Ciao.
  • ANNA MARIA CONSOLO il 18/02/2011 14:52
    mi piace molto : "tra due anziani che facevano l'amore coi loro silenzi" grande sensibilità d'animo!
    Mi piace averti conosciuto
    Anna
  • sara zucchetti il 17/02/2011 18:32
    L'amore è la cosa più importante della vita! l'hai dimostrato con questi versi e quando hai detto che era stanco, è stato un attimo di... ma non deluso vuol dire che era soddisfatto del suo lavoro e il finale speciale... mi ha lasciato senza parole
    "L'attimo seguente riaprii gli occhi."
    L'amore si ferma per chi non lo ha nel cuore, ma un attimo dopo continua ad avvolgere l'anima
    che sente un dolce tepore di emozioni. Bravo molto originale
  • Angelo Fusco il 11/02/2011 13:24
    a volte si stanca ti essere appeso alle labbra di chi non ce l'ha nel cuore...
  • Anonimo il 11/02/2011 09:09
    perchè l'amore deve essere stanco e deluso... l'amore è amore non ruota forse tutta la nostra vita attorno ad esso...
  • Evelyn Di Maio il 11/02/2011 00:00
    Con il fiato sospeso fino alla fine per scoprire come finiva la poesia... "l'attimo seguente riaprii gli occhi" un lungo brivido lungo la schiena... Grazie

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0