PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fiori di altri pianeti

Ti ho ascoltato cantare le tue canzoni
Invettive al vento che si distraggono
Che si soffermano su bolle di sapone
E vagano sui colori dei passaggi del tempo

Soltanto un attimo e per un momento
Mi son chiesto il senso delle parole
Poi sono tornato a sentir l’insieme
E ho cercato l’eco che mi spiegasse il tutto

Certo che io non vedo
O vedo solo con diversi occhi
L’evolvere strano del tuo esplorare
Gli impervi sentieri dalle dune mosse

E sì che son fiori che si sottraggono
Agli abbracci caduchi d’un incerto avvenire
Cosi come tu mi affollasti il mondo
Che in ogni ballata porti con te

Ed i tuoi fiori sono anche i miei
Perché ho cercato dove tu hai guardato
Fors’anche nell’abisso di pianeti abbandonati
Ora riuniti al mio volgere al tuo sguardo

Perché crescono questi fiori
Vicini e lontani per tutt’altri pianeti
Nei pressi e distanti dal tuo canto
Che ora mi accorgo essere, inespugnabile come il mio.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0