accedi   |   crea nuovo account

La scatola dei fili

I cassetti riaperti parlano,
snodano parole scomposte
disordinate
raggomitolate e rinchiuse
in angoli nascosti
di memoria e di cuore.
Così come questa scatola
che ha quasi la mia età
nel cassetto ritrovata.
La spolvero
e la stringo tra le mani
e con lei
stringo magone e ricordi.
Piano apro il coperchio metallico
che un dì conteneva biscotti
a riscoprirne i colori
che tu custodivi
a toccare lievemente
i fili e gli splilli
che bucano dentro
a rendere indolore il fuori
Niente è stato spostato.
È tutto come hai lasciato,
come reliquia da adorare.
Colori da te sistemati
in modo premonitore
come se sapessi
quali oggi mi sarebbero serviti.
Il bianco a ricucire il vuoto,
il blu a ricucire la pace interiore,
il verde a ricucire la fiducia,
Il rosa a ricucire i sogni,
Il nero a ricucire la rabbia,
per respingere i piedi in testa...
... Il rosso a ricucire il cuore.
Manca però un colore che non esiste:
Il colore
per ricucire la tua assenza
impossibile da ricucire.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Alessandro Moschini il 07/03/2011 05:27
    Grazie a tutti...
  • Giuseppe Amato il 14/02/2011 20:18
    Caro Alessandro ti leggo per la prima volta seguendo il circuito dei nostri amici comuni.
    Anch'io ho una scatola di latta piena di ricordi, sacri e struggenti, e nel leggerti ho provato turbamento ed emozione. Grazie.
  • Alessandro Moschini il 14/02/2011 14:22
    Grazie infinite a tutti
  • Aedo il 14/02/2011 00:24
    La scoperta di momenti unici, attraverso la forza della memoria. Bella poesia!
    Ignazio
  • loretta margherita citarei il 13/02/2011 21:24
    bella la metafora della scatola dei fili
  • Alessandro Moschini il 13/02/2011 15:07
    Grazie a tutti. Buona domenica
  • carmela marrazzo il 13/02/2011 12:09
    molto toccante.
    le cose conservano l'impronta delle persone cui sono appartenute e guardarle e toccale ci crea per un attimo l'illusione che non ci hanno mai lasciati.
  • karen tognini il 13/02/2011 11:50

    Il colore dell'assenza...
    è struggente Ale... molto molto bella...!!!
  • Elisabetta Fabrini il 13/02/2011 11:49
    Basta poco perchè certi ricordi tornino a galla... e con loro il dolore di un'assenza che a volte toglie il respiro...
    Molto bella Ale e come sai, particolarmente condivisa!
    Un bacio Ely
  • Gianni Di Salvatore il 13/02/2011 11:15
    bella poesia, verso toccanti...
  • Anonimo il 13/02/2011 11:00
    I ricordi di chi hai amato, i loro oggetti, il vuoto che hanno lasciato.
    Veramente molto bella.
  • Ugo Mastrogiovanni il 13/02/2011 10:51
    I cassetti impolverati mettono sempre in luce le zone inquiete della nostra storia, della nostra psiche, del nostro noi sconosciuto e caro; ci turbano, scuotono, commuovono e inducono a riflessioni che, come il calore di questi versi, procurano un nodo alla gola.