PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Al primo bagliore di San Valentino

Le palpebre velano i suoi occhi,
quegli occhi che mai per un istante
han perso la loro luce e che spesso
non son riuscito a fermarli dal pianto.
Amore mio dolcissimo, quante
volte ho visto il tuo volto colorarsi
di bianco, spossato dalla fatica,
sfigurato dalla delusione, mentre
dolcemente lo accarezzavo.
Quanto male dovremo sopportare,
prima di goderci il Paradiso,
avremo il coraggio sufficiente per
superar gli ostacoli e le paure?
In questa notte di note, tu non sai
quanto è bello il tuo respiro, or che
la volontà riposa, l'anima tua
tratteggia la tua figura.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • ELISA DURANTE il 15/02/2011 10:12
    Un pieno di dolcezza poetica...
  • Simone Scienza il 14/02/2011 13:33
    Una poesia piena d'anima...
  • laura marchetti il 14/02/2011 08:51
    UN'ANIMA PIENA DI POESIA...
  • loretta margherita citarei il 13/02/2011 21:18
    bellissimaaaaaaaaaaaaaaaa
  • Giuseppe Tiloca il 13/02/2011 20:43
    Ed è bello percepire questo respiro così quieto. È bello pensare all'amore, in questo modo, bravissimo fabio
  • Anonimo il 13/02/2011 17:34
    Ciao Fabio.
    Una carezza a questa tua dolcezza.
    E anche un incoraggiamento a costruire il Paradiso qui in Terra, ora, a ogni costo.
    Un caro saluto
    Nel

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0