PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pensiero d'amore

Le ultime piante mettono
i germogli;
tenerezza di un palpito:
è il risveglio

Amore, ti risento
come un vento
di primavera,
molle di fragranze.

Gentili i tratti,
l'iride cangiante,
la voce... senza
interferenze.

Amore,
Ti risento, nei
Tuoi gesti:

Il maggio si beava
delle rose
io Ti dicevo
d'essere delusa...

"Di che cosa?"
chiedevi
Non te lo dissi,
però Tu, sapevi

che era l'ultimo
giorno
di quel mese;
la scuola era finita...

Nessuno degli allievi,
sentì duopo,
dirmi soltanto
"grazie"

L'insulto era palese
da quei fiori,
donati ad altri.

Ma lo capivi, Tu
che il giorno dopo,
mi donavi il tuo
bacio, con le rose.

Amore, io Ti risento
come ieri
con lo sguardo sognante
ed i pensier voti alla vita.

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 07/01/2014 01:22
    apprezzata... complimenti.

3 commenti:

  • Anonimo il 15/02/2011 00:46
    Poesia veramente delicata.
    Bella, bella.
  • Anonimo il 14/02/2011 19:46
    "Tu che il giorno dopo,
    mi donavi il tuo
    bacio, con le rose"

    Meravigliosa...

  • Vincenzo Capitanucci il 14/02/2011 19:45
    Tenerezza di un palpito..è il risveglio..

    Bellissima Giuseppina..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0