accedi   |   crea nuovo account

NUVOLA

Nulla ritorna
tutto si trasforma
e seppure io
sia condannata -a non morire-
viaggio nell'aria, mia sorella,
che fresca e gioiosa
mi porta in alto
da mio padre il cielo
-bianca nell'azzurro-
Dopo un viaggio
senza limiti
un giallo, immenso calore
con l'istintiva cattiveria di chi è superbo
-perchè il cielo gli appartiene-
mi rimanda a mia madre,
la terra,
che non potendomi accogliere
inconsistente e bianca,
mi assorbe fresca e trasparente
ed io, felice di incontrarla,
entro in lei e la disseto...
Il peccato più grave mi trasforma ancora
e per sempre la mia trasparenza
è il pianto del mio candore.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Antonella De Marco il 10/05/2007 13:13
    Anch'io trovo che a tratti perda di fluidità, ma l'insieme mi piace. È originale. Brava
  • A. Barbara Di Stefano il 22/04/2007 09:27
    ... poco fluida, ma mi è piaciuta..
  • Ezio Grieco il 21/04/2007 00:09
    Io dico il contrario di Riccardo: una nuvola che racconta la sua vita.(che poi è la stessa cosa)
    Brava
    Clezio
  • Riccardo Brumana il 19/04/2007 23:46
    la vita vista da una nuvola, piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0