accedi   |   crea nuovo account

Sei arrivato

Sei arrivato
Come un fulmine
Nei mesi d'aprile,
Come il temporale
che rinfresca l'anima
nei mesi di calura.

Sei arrivato con
Un sorriso gioioso,
quel sorriso dolce e
gaio dei bambini
felici.


colore del mare
in bonaccia,
i capelli
ribelli li coprono
sbarazzini e vivaci.

Sei arrivato forte
Come le nostre
Valli: mi hai ricordato
Le montagne,
I pini possenti,
I mughi,
I colori del tramonto,
La neve cristallina.

La tua gioia,
Ha rallegrato
Un'anima tormentata
E infelice.

La terra dei padri
È arida
Piena di insidie.
Ci hanno insegnato
A camminare su pietre,
Senza fermarci.

Devo giungere
In vetta
Per vedere
La valle e il fiume,
La vita che scorre.

Hai stretto la mia mano
Per guidarmi,
Hai donato il tuo cibo,

12

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • augusto villa il 23/03/2012 14:26
    Semplicemente bella..."Pulita"... nella sua intensità.
    Brava!!! -------------

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0