PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dicembre

nel ventre umido e gonfio
grida la vita ancora acerba,
un dondolio primordiale
ricorda il volo della farfalla.
un salto nel buio, una caduta.
rialzarsi,
ormai non ha più molta importanza.
respira ora,
inafferrabile è lo scorrere del tempo.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 19/02/2011 21:33
    bellisssima scritta bene
  • Aedo il 19/02/2011 16:44
    Brevi e intense immagini, il senso del tempo che scorre inesorabile... Bella poesia!
    Ignazio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0