username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Cieli opachi

Cieli opachi, siete spacciati,
butterò colori nei vostri grigi vapori,
aprirò sottili spiragli,
affinchè raggi luminosi,
riflettendosi sui tetti,
potranno riportare sorrisi,
in questo mondo un po' prostituito.
Nelle mani avrò semi
di piccole tenerezze,
ricordandomi dei giochi infantili,
cercherò di far passare ad un vecchio,
la paura di lasciare questo luogo.

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessia Lombardi il 19/04/2013 19:09
    Poesia davvero splendida: il lettore percepisce e si lascia cullare da quel sottile anelito di speranza che pervade i versi...
    Complimenti!

3 commenti:

  • Anonimo il 24/05/2011 12:56
    spiragli di speranza... che promettono serenità complimenti
  • Ugo Mastrogiovanni il 23/02/2011 18:26
    Sembra proprio che questi versi inneggino alla speranza, quella che poi non delude, che coincide con la volontà di migliorare, di pensare positivamente.
  • lucia pulpo il 21/02/2011 12:21
    Raggi luminosi e sorrisi per scalfire l'opacità di un mondo prostituito con cieli opachi... una sorsata di speranza, bene!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0