accedi   |   crea nuovo account

Il pozzo e l'anfora d'oro

Da quando
hai posato le labbra sul mio bicchiere
l'acqua
è
diventata più pura

m'inebria
di sangue e di vino

a cosa
servirebbe salire in cielo
se tutte le stelle son cadute in terra

annegando
la loro curiosità

nel pozzo d'oro del nostro giardino

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 22/02/2011 10:22
    difficile commentare un'opera cosi' profonda... davvero mi inchino, complimenti
  • Anonimo il 21/02/2011 19:13
    Una lirica raffinata e piena di sentimento
  • karen tognini il 21/02/2011 19:01
    e' stupenda Vincenzo... in quel pozzo acqua pura.. disseta le stelle...

    ciaoooooo
    k
  • Don Pompeo Mongiello il 21/02/2011 18:26
    Cinque stelle ed un plauso della mia modesta persona, per questa tua veramente bella!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0