accedi   |   crea nuovo account

Ultimissimo appello

Infrango momentaneamente
il mio silenzio
muraglia cinese eretta
a mia difesa
per impedirti
di devastarmi ancora
il cuore
per dirti basta.

Se tu avessi avuto un minimo di creanza
e dopo il nostro addio
ti fossi rinchiuso in un rispettoso
silenzio, come io feci
non sarei costretta ora
ad usar la poesia
per lanciarti chiaro messaggio...


invece ancor perseveri
in un assurdo rancore
a descrivermi come Arpia
facendo di me
grassa esca d'abbocco
per tue nuove conquiste
per ottenere lor favorevole consenso
ed esser così consolato.

Avevo di te finora serbato
dolcissimo ricordo
eterno saresti rimasto nel mio cuore
poichè di giorni belli
pieni di condivisione
molti insieme ne passammo...

stolta fu io a darti amore
ti diedi ascolto e fiducia
aprendoti il cuore
credendoti dagli altri uomini
migliore e diverso...

Ma il tuo recente agir
a mio danno
pessimo ti rende ora ai miei occhi
ti cancello dalla mente e dal cuore
definitivamente...

Cessa d'esser vile
dimostra a te stesso
prima che agli altri
un minimo di virile maturità...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Anonimo il 09/09/2011 04:32
    Egregia autrice, per comprendere il tuo interrogativo alla mia "Quasi una lettera", ho dato uno sguardo alle tue precedenti composizioni. Sorpresa, quasi un dèjà-vu. Il particolare, che riconduce alla mia mia suddetta, è che fra noi non c'è stata alcuna carnalità. Questo "appello" mi solleva. Il bastardo è sempre un guitto, ed ovviamente un ignavo. Vuole passare per vittima, come quando per approcciare raccontà di sé squallori patiti. C'è una piccola differenza, che io mi amo, sopra tutti e tutto. Io non odio, il che direbbe che si è amato molto, ma disprezzo all'infinito. Il chè, semmai, dà la misura di quale sentimento sublimato si è stati capaci. Sono felice, credimi, che hai superato il tutto con grande dignità. Una ricchezza, fra le altre, che certi ibridi non posseggono. Con stima.
  • Don Pompeo Mongiello il 22/06/2011 12:47
    Oltre a condividerla a pieno la trovo bellissima sia nello stile che nella forma. Complimenti ed applausi di tutto cuore!
  • Falco libero il 23/02/2011 00:58
    Un grido di dissenso e un esortazione per scuotere una coscienza annichilita.
    Molto bella e tu molto brava.
  • Dolce Sorriso il 22/02/2011 22:31
    che bello sfogo... wow Lori... brava
  • laura marchetti il 22/02/2011 21:26
    BELLISSIMA E CORAGGIOSA!!
  • Anonimo il 22/02/2011 21:17
    Beh non mi pare proprio che si meriti una poesia e per giunta bella!
  • mariacarmela cortese il 22/02/2011 19:48
    non tutti gli uomini possono capire. non tutti gli uomini comprendono IL VALORE PROFONDO DEL SILENZIO. spesso la loro infantile radice ha bisogno di gridare vendetta. e più si sentono respinti più lo fanno ferocemente. non sanno aspettare, credono che i pesci si peschino meglio solo nella tempesta. perdona, ignora, va per la tua strada, chi non comprende la tua benevolenza non ne è di fatto degno.
  • Anonimo il 22/02/2011 17:02
    Che vada a quel paese!!! Ciao, Loretta e Grazie, sempre...
  • maria simona migaleddu il 22/02/2011 15:23
    eterna lotta tra l'amore e l'amare...
  • anna rita pincopallo il 22/02/2011 13:25
    ottima decisione "ti cancello dalla mente e dal cuore definitivamente"

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0