username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La maschera della morte rossa

Perdersi senza un senso nello specchio, se avessi paura sarei meno vecchio, dove dietro al mio cuore c'è un folletto che mi fa il verso, mi servirebbe quella cosa che toglie nebbia e apre un universo, io gli ripeto che è inutile tanto chiaccherare, che la morte rossa in qualche modo sta per arrivare, cosi vivere specchiandosi su un facile diversivo, è un male, ma fra tutti è il male più vivo, se cerco di spostare anche lo sguardo, anche di poco, la verità che ride senza sorridere mi prenderebbe come fuoco, mi ricorderebbe delle costellazioni e di quanto piccolo è infondo il gioco. Siamo solo concime per l'erba e il fiore, Siamo solo concime di letame e dolore, Siamo solo concime invisibile come la sorte, Siamo solo concime antico come la morte.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Giacomo Scimonelli il 24/02/2011 23:53
    piaciuta... scritta decisamente bene
  • Martin Eden il 24/02/2011 13:24
    Grazie per il commento
  • Anonimo il 23/02/2011 21:29
    Siamo solo concime invisibile come la sorte.
    Bellissimo verso.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0