PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'Ira

Ira rovina l'anima mia,
incosciente, caparbia del dolore,
inquieto del mio cuore,
score il pensiero per allontanare la sofferenza.
Sono preda dei venti,
che uccide i miei sentimenti.
Con la mia saggezza luminosa e fragrante,
può diventare la più orrida stagnante.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • marialuisa il 18/02/2013 23:44
    l'ira a volte diventa l'unico mezzo per purificarla, quest'anima. come un temporale si imbatte contro tutto ciò che trova ma dura poco, il tempo di portar via anche la polvere e lo sporco, per far spazio poi ad un sereno cielo, magari chiedendo scusa del disturbo, ecco torna in pace, l'anima tua.

13 commenti:

  • vania antenucci il 21/02/2013 17:50
    Grazie Marialuisa del tuo caro commento che condivido
  • marialuisa il 18/02/2013 23:45
    bella bella, complimenti!
  • vania antenucci il 02/05/2011 23:20
    Grazie di cuore Fenice del tuo caro commento!
  • Anonimo il 02/05/2011 19:45
    bellissima...è non è un ringraziamento per i tuoi passaggi...è veramente molto bella... Un 'inezia la posso dire? " Ira rovina l'anima mia "... Mi piace di più " L'ira rovina la mia anima". Cinque stelle ed un caro saluto...
  • vania antenucci il 26/02/2011 16:42
    Grazie Antonio e Grazie Vincenzo dei vostri sinceri commenti ciaoo e a presto
  • Vincenzo Renda il 26/02/2011 14:12
    l'ira ti trasforma rovinando quanto di più bello c'è in te... non farti sopraffare.
  • Antonio Balia il 25/02/2011 19:07
    bella e anche molto intensa direi.
  • vania antenucci il 24/02/2011 23:51
    Giacomo Grazieeeeeeeeee mega baciiiiiii
  • Giacomo Scimonelli il 24/02/2011 23:43
    è bellissima
  • vania antenucci il 24/02/2011 23:32
    Sergio piccola ma molto concentrata. Grazie mille del tuo commento. Ciaoooo)
  • vania antenucci il 24/02/2011 23:31
    Ciao Nicola cosa dirti GRAZIE DI CUORE del tuo bellissimo commento!!!! a presto
  • Sergio Fravolini il 24/02/2011 09:53
    Piccola e molto bella.

    Sergio
  • Anonimo il 23/02/2011 23:58
    L'ira interiore dev'essere osservata e compresa, coccolata se necessario, dagli spazio di sfogo se insopportabile, come rispettata e vista facente parte integrante di noi. La scelta successiva deriva da quest'esperienza. Altrimenti, come un cane che si morde la coda, subiamo noi stessi e diventiamo vittime delle nostre emozioni; con l'aggravante di diventare contemporaneamente carnefici nei confronti degli altri. Io la vedo così. Complimenti, bravissima!