accedi   |   crea nuovo account

Il mio film

e se così avete deciso,
se è così che deve essere,
allora l'ultimo mio pensiero è la rassegnazione.

ben distante è la pace,
vicine le voci invece
sussurrano parole d'odio

la vendetta,
la vendetta viene proposta in continuazione
e ridono i miei demoni
e ridono i miei angeli

il corpo si muoverà autonomo
e starò lì
a guardare il mio atto
a vedere il mio film
a ridere con loro della mia vendetta

assaporerò quel gusto piacevolmente amaro.

ridete, io dentro di me già lo faccio

 

3
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 06/06/2011 19:27
    Ambigua
  • paul von hofburg il 28/02/2011 16:23
    Io ritengo l'odio e l'amore, sentimenti di pari dignità.
    Non reputo quindi giusto, dilapidarli con le persone comuni.
    Comunque auguri.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0