PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Softail custom

Aria in faccia
aggressiva, sferzante,
partorita da un autunno
velato, incerto.
In strada solo foglie
e desideri,
in pancia
fame di tensioni,
una gola secca
appena sveglia,
come occhi da lavare
nel vapore dei prati.
Orizzonti offuscati
da intriganti situazioni
di rami appesi al cielo
uno sguardo indeciso
tra la bellezza,
e la stabilita',
tra l'evanescenza
ed il controllo.
Avverto il calore,
dalle ginocchia
cilindri cromati
spezzano il fruscìo
del silenzio,
caricando voglie
da tenersi strette.

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Linda Tonello il 05/03/2011 12:22
    Molto suggestiva la parte descrittiva e la frase di contrasto tra evanescenza e controllo...
  • Hila Moon il 02/03/2011 23:03
    Intensità ed emozioni magicamente espresse! Che bravo...
  • Anonimo il 02/03/2011 17:11
    Ottima lirica. Bravo. Molto estro e fantasia ed anche un sentimento finale che la rende piacevole e moderna!
  • Don Pompeo Mongiello il 02/03/2011 13:26
    Poesia ben scritta ed apprezzata nella sua forma e stile. Bravo davvero!
  • Aedo il 01/03/2011 23:38
    Riesci a descrivere nella tua bella poesia emozioni interiori molto intense. Bravo!
    Ignazio
  • Dolce Sorriso il 01/03/2011 22:22
    versi splendidi, molto apprezzata
  • Giacomo Scimonelli il 01/03/2011 21:25
    ''Avverto il calore,
    dalle ginocchia
    cilindri cromati
    spezzano il fruscìo
    del silenzio,
    caricando voglie
    da tenersi strette.''
    versi bellissimi...
  • Marhiel Mellis il 01/03/2011 15:44
    Bella... sì, molto! È un interiore percorrerti dove tutto sfugge nel l'attimo che passa! Ciao.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0