PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Apologia del Veggente

Cratere vitreo sull'Ignoto
al di là di ogni uomo
tu hai visto cercando te stesso
maledetto, criminale e malato

Sapiente, nella condanna in cui sprofondasti
discernendo il reale fin dove si stende.
Inchiodato ai piedi dell'umano sublime
la via additasti con parole e rime

Ricusato poeta, Veggente
universale anelito di forma
dell'irreale che si sostanzia
in nuovi confini da sormontare

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • agave il 30/12/2011 01:58
    complimenti, l'ho apprezzata particolarmente, scritta molto bene e dedicata ad un grande poeta che la merita!
  • Anonimo il 19/03/2011 18:34
    rimbaud, un amore a prima vista!
  • ANGELA VERARD0 il 12/03/2011 22:59
    bella e particolare... originale modo di comporre, molto apprezzato
  • Alfredo Potassio il 02/03/2011 21:02
    Dedicata a Arthur Rimbaud

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0