accedi   |   crea nuovo account

I conti con te stesso

alla fine della tua vita
certamente
farai un bilancio,
una delle cose che forse
ti mancherà
terribilmente
saranno gli abbracci
che non mi hai dato.
Perchè e così,
noi siamo qui
ora
esseri irripetibili
in un tempo
stanco
fragile
fuggente
ma fragile,
e forse
senza la presunzione
di saperlo con esattezza,
farai anche un bilancio
del tempo
che hai sprecato
ad essere in collera
con me...
con il mondo...
con te stesso,
e i tuoi trent' anni si perderanno
dentro
una passeggiata
mai fatta,
dentro un ma
e un se...
forse io non ci sarò più,
forse avrò già fatto i conti
con i miei fantasmi,
ma se ci sarò
vorrei asciugarti
quell' unica lacrima
e far tornare per te
giornate di sole
e di giochi,
giocare con te,
, sentire il sole sulla pelle,
riprendermi il tempo,
dimenticarmi...
dell abbraccio che non mi hai dato.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • enzo Iovine il 09/01/2012 08:52
    bella e malinconica, bello anche il commento di francesca la torre
  • Anonimo il 16/05/2011 18:42
    sono cose che capitano... alla fine lasciano tanta malinconia... ma qualche volta queste esperienze possono rafforzare l'animo ed il cuore comunque poesia molto bella
  • Andrea Palestra il 12/04/2011 14:58
    stanco, fragile, fuggente... la malinconia di un futuro rimpianto, di un animo sensibile e profondo come il tuo.
  • Pasquale Bufano il 21/03/2011 14:06
    Spesso le futili distrazioni di questo tempo ci rendono sordi e ciechi rispetto le altrui esigenze e pagarle a caro prezzo rappresenta parte vitale del crescere. Ottima poesia Sabrina.
  • sabrina pieraccioni il 03/03/2011 21:57
    Grazie...é vero non é stato tremendo... alla fine tutto servegrazie a tutti...
  • fabius civitilus il 03/03/2011 21:45
    non è mica stato cosi' tremendo
  • fabius civitilus il 03/03/2011 21:44
    non è mica stato cosi' tremendo????
  • fabius civitilus il 03/03/2011 21:44
    Pero' trasformare un abbraccio mancato in poesia...
  • Aedo il 03/03/2011 17:47
    Poesia bellissima: a volte ci si perde, perché non si esce fuori dal proprio guscio e non si riesce a vivere intensamente i propri sentimenti. Brava!
    Ignazio
  • loretta margherita citarei il 03/03/2011 15:57
    bella e dolce, concordo con francesca la torre
  • Francesca La Torre il 03/03/2011 14:11
    Trovo questa poesia bellissima, perche' anche io ho sempre pensato e continuo a farlo che perdiamo stupidamente i veri sentimenti che la vita ci regala e dovremmo sempre considerare che da un momento all'altro potremmo invece! perdere le persone che amiamo di piu'! sarebbe una cosa che dovremmo tenere presente attimo per attimo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0