PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Angel

M'ha visto piegar lo sguardo,
quando con dolcezza e slancio,
in quel modo m'ha chiamato!
All'udir il suo ragionare si rimane abbagliati,
e persino con le labbra serrate, ella non perde
mistero né fascino.
Per metà umana e per l'altra fantasiosa,
ella vive nei boschi e si nutre di pittura,
sopra ogni cosa ama l'Amore, ma apprezza
la poesia e qualsiasi tipo di arte, solo se
dal cuore ispirata e dall'animo orientata.
Or che l'azzurro dei miei occhi s'è reso più chiaro,
andrò a cercarla nel bosco, là dove scorrono
ciarliere e veementi le acque del ruscello,
e chissà che sul fondale non m'appaia quel volto
che tanto immagino, ma non conosco.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • carmela marrazzo il 05/03/2011 12:16
    la donna ideale, vagheggiata e sempre cercata... chissà che non ne vedrai il volto sul fondale del ruscello.
    bella, atmosfera incantata. Mi è piaciuta tanto
  • Giacomo Scimonelli il 05/03/2011 07:13
    bellissima Fabio... ho cercato di votare 5 stelline per la tua stupenda poesia... ma sai meglio di te che per far risalire le stelline dopo che qualcuno ne accende una è difficile... complimenti amico mio
  • Anonimo il 04/03/2011 17:24
    Bella. La fantasia ed il cuore spesso danno un volto a persone e cose sconosciute. Chissà che cosa apparirà nel ruscello? ciao
  • Dolce Sorriso il 04/03/2011 14:21
    bellissima, sai sempre usare parole magiche che incantano il lettore...
    grande e dolce Fabio.
  • mariella mulas il 04/03/2011 14:19
    Ma come non apprezzare la tua lirica... è bellissima! Tantissimo... viaggio fantasioso per un viso sconosciuto.. che tenerezza!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0