username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Aiutami

È lunga la strada per Canossa
e alla fine solo il fui
non più sono
che mai più sarò.
Mi sta stretto il cilicio
e troppo ripida la via
troppo difficile per me
se Tu non mi aiuti.
Non riesco a dimenticarmi
non ce la faccio
mi guardo allo specchio
e ancora mi sorrido
cercando negli occhi
i miei occhi
nell'odore della pelle
il mio profumo.
È lunga la strada
da percorrere da sola
senz'altro bagaglio
che il mio orgoglio
che non vuole morire.
Sono qui
ferma
a neanche metà strada
sedutaci sopra
incapace di trascinarlo ancora.
Troppo pesante
per me sola.
Aiutami Ti prego
aiutami.

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 03/05/2014 03:05
    apprezzata... complimenti.

4 commenti:

  • Nicola Lo Conte il 28/03/2011 19:41
    "senz'altro bagaglio
    che il mio orgoglio
    che non vuole morire."
    Vero... siamo soli... ma possiamo essere invincibili e immortali...
  • Salvatore Ferranti il 05/03/2011 12:23
    bellissima poesia... applausoni
  • Giacomo Scimonelli il 05/03/2011 06:32
    ''È lunga la strada
    da percorrere da sola
    senz'altro bagaglio
    che il mio orgoglio
    che non vuole morire.''
    ed è il tuo orgoglio che ti farà affrontare il resto della vita...
    piaciuta
  • Fabio Mancini il 04/03/2011 20:41
    Dai tuoi versi sembra che porti un pesante fardello. Non hai trovato un Giuseppe D'Arimatea, pronto ad aiutarti? Un bacio gentile, Fabio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0