accedi   |   crea nuovo account

Squallido night club

Il flebile imbarazzo
trovato, casuale,
in un'aspettativa prossima
di quello che non sarà!

La luce che rifiuto di guardare
la corrente che non seguo,
le metodiche posizioni
colloidi assemblati
dentro trasparenze
che non mi entusiasmano..

Resto a fare che cosa?
Potrei ingannare la tristezza
della finzione e l'apparenza.

Avvenenti povere
come un vecchio
da compatire
tristi ritocchi
alla voglia di chi vorrebbe
magari volare
l'illusione cara
di un corpo in prestito.

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 18/11/2012 08:35
    ... molto realistica, ricorda quasi
    kerouac, complimenti...

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0