accedi   |   crea nuovo account

Firenze

Una gentil dama
amante
delle arti raffinate
e mai dimenticate,
con una cinta
che Arno
si chiama,
come l'argento
luccicar,
al primo
rosseggiar,
de lo sole
che a letto
va;
con in testa
per diadema
il Ponte Vecchio
aver,
e al calar
della sera,
come mosche
a mille
a mille
gli amanti
trattener.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 09/03/2011 11:05
    Bellissima Don... un gran Dama Firenze.. una culla per secoli e secoli... di Poeti.. Pittori.. Scultori... Scrittori..
    Lorenzo la fece magnifica... ed in un giglio ha il Suo emblema..
    ha sempre saputo gli amanti del bello trattener..
  • Nicola Lo Conte il 07/03/2011 21:51
    bel dipinto...
  • calogero pettineo il 07/03/2011 15:40
    le nostre città sono di una bellezza rara, ma, spesso non
    c'è ne rendiamo conto.
    grazie per ricordarcelo.
  • Giacomo Scimonelli il 07/03/2011 10:41
    unico Don
  • karen tognini il 06/03/2011 20:07
    Firenze è magica...
    ponte vecchio e le sue meravigliose piazze...
    bravo Don...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0