PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

1° Novembre

Andiamo in un posto desolato,
portiamo i fiori sulle tombe,
tentiamo di alleviare il dolore,
di colmare un'assenza che si fa sentire.
Pensiamo di aver dato poco a chi ha dato tanto,
facciamo finta che tutto vada bene,
attendiamo il giorno in cui ce la daremo a bere,
tratteniamo le lacrime che annaffierebbero i fiori,
ci giriamo di spalle per andare via,
ma restiamo là col pensiero,
a fare ai morti la nostra triste compagnia.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • mario rossi il 08/03/2011 19:43
    queste due poesie, che parlano di un mondo che sembra non appartenerci finché non ci troviamo immersi in esso, sono molto vere, impetuose, e dalla loro spontaneità non trapela neanche un filo di tristezza... ma solamente emozioni da far luccicare gli occhi. Complients
  • Bruno Briasco il 08/03/2011 08:51
    Vera, sentita... dolorosa... una analisi alle coscienze di ognuno.
  • Anonimo il 08/03/2011 07:22
    Molto sentita, profonda, commovente questa poesia che nella semplicità ed immediatezza delle parole poggia la forza con la quale trasmette l'emozione del dolore e della perdita. ciaociao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0