accedi   |   crea nuovo account

Ogni anno per l'otto di Marzo

Strazianti lamenti
raggiungono il mio cuore,
sono le Anime operaie
che sanno che altre donne
sorridenti festeggiano.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Alessandro Guerritore il 23/07/2011 15:41
    Credo che tu abbia messo il dito nella piaga.
    Non si commemora più l'otto marzo in memoria delle 129 operaie donne arse vive nel 1908, quando, pochi giorni prima di questa data, le operaie dell'industria tessile, Cotton, scioperarono per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare.
    Su questa tragedia, oggi, specula la politica, il consumismo e il qualunquismo.
    Non è un giorno di lutto o della preghiera, ma solo un giorno come tanti.
    Sei stato bravo!
  • Barbara Scarinci il 17/03/2011 14:54
    Concordo pienamente con il tuo pensiero! Un'altra inutile festa di cui pochi capiscono il vero senso e che si aggiunge a tutte le altre che riempiono le casse del consumismo!!
  • laura marchetti il 08/03/2011 23:48
    infatti... oggi ho lavorato, ma sono lo stesso felice di essere donna..
  • loretta margherita citarei il 08/03/2011 20:16
    ottima, un bacio, grande Fabio
  • Ada Piras il 08/03/2011 18:28
    senza nulla togliere ad altri, scelgo la tua. saluti, Ada
  • Dolce Sorriso il 08/03/2011 10:48
    questo è il vero senso di quello che chiamano festa delle donne... bravo Fabio.
  • Simone Scienza il 08/03/2011 10:23
    Già... un'orribile tragedia tramutata in festa,
    distorsioni ignoranti di un'assurda società
  • Giacomo Scimonelli il 08/03/2011 10:21
    hai perfettamente ragione... un sorriso ed un abbraccio anche a loro
    piaciuta
  • Francesca La Torre il 08/03/2011 08:58
    Bellissima, concisa, ma vera e mira al vero concetto, molto belo "altre donne festeggiano sorridenti. Complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0