PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Tu che sei miele

Tu che sei miele
e che nascondi al mondo
il nettare scandito
di un secondo
dietro un sorriso
un battito vitale
tra i baffi disegnati
a carnevale
di gatta dolce
e diavola la coda
ad innescar la miccia
e il desiderio esploda.
Sento il tuo sesso dolce
scendere come vino
morbido giù per gola
di gusto clandestino.
Cingo le braccia attorno
al tuo bel corpo nudo
e ho mani curiose e audaci
che sui tuoi glutei chiudo.
Or che sento i tuoi umori
profumati in segreto qui
Dammi i tuoi seni,
gli occhi, la bocca... dimmi si.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Alessandro Moschini il 16/03/2011 18:00
    Grazie Karen. Un abbraccio.
  • karen tognini il 16/03/2011 13:45
    wouuuuuuuu... bella molto sensuale...
    ciao Alessandro...
    k.
  • Alessandro Moschini il 14/03/2011 12:10
    Grazie ignazio. Un abbraccio.
  • Aedo il 08/03/2011 18:31
    Poesia passionale e nello stesso tempo tanto delicata... Bravo!
    Ignazio