PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Viaggio d'autunno

Vicoli impetuosi
d'un silenzio appagante
una natura difficile
immutata nel tempo
le figure domestiche
ridono nell'allegria
della notte, mentre io
incuriosito nel seguire
scorciatoie animali,
collegamenti eterei
ci hanno avvicinati,
d'un tratto mi son perso.
Ho aperto al ricordo
osservando
la fredda tranquillità
che il vento attentava,
mi son nutrito
di sapori antichi
ho respirato il vero.
La notte era piena
la rifrazione del chiarore
scopriva pensieri.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 04/06/2011 09:45
    Bella
  • lucia pulpo il 30/03/2011 14:24
    "mi sono perrso... la rifrazione del chiarore, scopriva pensieri"
    Bellissimo perdersi nei propri pensieri con te!
  • Antonio Pani il 21/03/2011 11:28
    Delicata e avvolgente. Belle le immagini, che disegnano in modo efficace un momento introspettivo ricco di contenuti, caratterìzzato da genuinità e profonda consapevolezza. Mi è piaciuta, complimenti. Grazie per attenzione e commenti. A rileggersi, ciao.
  • Anonimo il 13/03/2011 19:14
    Ho respirato il vero... mi son nutrito di sapori antichi... molto bella complimenti yuri
  • Falco libero il 11/03/2011 13:47
    Un viaggio nella mente e nei pensieri di cose attuali e passate.
    Molto bella
    Complimenti Yuri
  • Giacomo Scimonelli il 09/03/2011 21:59
    ''... Sai Aurora, ti sento ancora dentro,
    tu eri la mia città
    e come dice quel tale con te ho scoperto il mondo,
    forse soltanto il tuo di mondo
    ma è stato sufficiente...''bellissimo passaggio
  • loretta margherita citarei il 09/03/2011 19:31
    bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0