accedi   |   crea nuovo account

Optical

sembra d'attraversare paesaggi di ombre cinesi

mutanti volti di vento
in pinete controluce

sembrano gli occhi risucchiarti
in flash inversi

e tu proprio non sai < tra bianco e nero >

ma non sei grigio
sei a strisce dentro

è come scuoiarti la pelle e avere sotto un'altra pelle
un'epidermide pulsante a cristalli liquidi

vulnerabile
< di zebra >

 

2
6 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 14/04/2012 14:57
    una percezione dell'altro profonda e oltre "la porta", ben scritta ed originale, mossa dal un'emozione profonda (almeno così immagino)
  • agave il 14/04/2012 14:22
    una percezione dell'altro profonda e oltre "la porta", ben scritta ed originale, mossa dal un'emozione profonda (almeno così immagino)

6 commenti:

  • Anonimo il 11/03/2011 10:04
    Bella Rosanna, visioni psichedeliche per dare vita a un quadro impresso nella memoria, vivo, che muta nel tempo, col tempo... sei fortissima
  • Giuseppe Amato il 10/03/2011 21:38
    Grazie della comprensione... cerco di razionalizzare un'espressione, un quadro, una scultura cercando di farla cadere nella ragnatela dei pensieri che mi suscita. Certo che Rosanna ammanta le cose con un fasciaparola tanto personale quanto stimolante per chi legge!!!! Io poi, avrete notato, mi lancio spesso nel primo commento quasi volessi sfidare una cattiva figura... ma so che mi comprendete
  • vincent corbo il 10/03/2011 19:35
    Beh, il commento di Giuseppe è voler cercare un ago nel pagliaio (la mente intricata di Rosanna). Scherzi a parte, anche questa è folle abbastanza da meritare un applauso.
  • rosanna erre il 10/03/2011 00:24
    grazie boys!
    Giuseppe, a dire il vero questa l'ho scritta ispirandomi ad una fotografia, se ti va di vederla questo è l'indirizzo
    http://www. flickr. com/photos/rosannaranghetti/4179347483/
    (devi togliere lo spazio dopo il punto)
  • Giacomo Scimonelli il 09/03/2011 21:53
    originale... ma bella...
    il commento di Giuseppe è appropriatissimo
  • Giuseppe Amato il 09/03/2011 20:04
    Difficile capire subito... proviamo: la realtà è un negativo che osservata nel tuo particolarissimo modo rovescia la visione e non ammette grigi ma riverbera una interiorità come fosse dietro le sbarre.. una specie di automatismo modernamente meccanico ma anche poetico... i cristalli liquidi... e dietro la prima pelle un pulsare di strisce per rinterpretare la realtà .. parole diamantine variamente brillanti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0