accedi   |   crea nuovo account

Il pagliaccio dell'isola bianca

Sono un pagliaccio,
cammino distratto,
sono più buffo del mio rosso ciuffo.

Vesto bianco, verde e turchese,
ho un nasone rosso,
e occhi al cinese.

Sono diverso da ogni compagno,
io sono un pagliaccio,
non rido ma piango.

Cammino tra camici, aghi
e infermieri,
carezzo i letti di tutti i guerrieri.

Mi ascoltano e ridono a crepapelle,
non sentono dolor tra canti e caramelle,
mi tirano forte il nasone rosso, gli piace davvero saltarmi addosso.

Io gioco con loro per tutta la sera,
divento bambino ancora una volta,
li ammiro nascosto affrontar ogni lotta.

Qualcuno la vince, qualcun altro la perde,
nessuno lo merita ma non c'è chi si offende,
tutti hanno diritto di viver la vita ma se il mostro è più forte, la guerra è finita.

Ho visto guarir il più forte guerriero,
ho visto salire angeli al cielo,
ho pianto di brutto dietro al mio trucco,
ogni volta il mio cuore è a lutto.

Io sono il pagliaccio dell'isola bianca,
il loro sorriso mai non mi stanca,
li amo tutti, ognuno ha il suo pregio,
rendono miglior anche il mio peggio.

Un grazie alla loro gioia che mi cura i dolori,
ai loro abbracci che riscaldano i cuori.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 15/06/2013 18:31
    Un piccolo capolavoro, versi espressi con grande spontaneità, che esprimono un sentimento drammatico e allo stesso tempo di speranza.

11 commenti:

  • Giacomo Scimonelli il 26/05/2011 22:45
    ''... Ho visto guarir il più forte guerriero,
    ho visto salire angeli al cielo,
    ho pianto di brutto dietro al mio trucco,
    ogni volta il mio cuore è a lutto.
    Io sono il pagliaccio dell'isola bianca,
    il loro sorriso mai non mi stanca,
    li amo tutti, ognuno ha il suo pregio,
    rendono miglior anche il mio peggio...''

    stupendi versi...
  • Anonimo il 15/04/2011 20:33
    molto molto bella, il contenuto trattato è da persona sensibile come tu sei
  • Anonimo il 21/03/2011 20:40
    scritto divino!!!! si scopre pian piano... mi è piaciuto molto!
  • Bruno Briasco il 18/03/2011 18:15
    una chiusa stupenda... bravissima
  • giovanna raisso il 16/03/2011 16:06
    ammirevoli.. e spero che ci siano sempre più pagliacci e.. meno "guerrieri"..
    ".. nessuno lo merita.."..
    brava
  • michela salzillo il 15/03/2011 01:30
    Grazie Ignis, anche se il mio racconto voleva essere allargato ad un sentimento di sofferenza non solo da parte del pagliaccio
  • Aedo il 14/03/2011 23:41
    Poesia molto bella. I pagliacci racchiudono in se stessi, paradossalmente, una grande tristezza. Sembra che si chiedano: faccio ridere tutti, tranne la mia anima piangente. Brava!
    Ignazio
  • michela salzillo il 13/03/2011 20:13
    Grazie Valentino, sono felice di averti trasmesso qualcosa.
    Se ti va leggi anche le altre e dimmi cosa ne pensi, i commenti mi aiutano a crescere, ne accetto anche di negativi. Grazie ancora, a presto
  • Alessandro Valentino il 12/03/2011 12:19
    Veramente bellissima! Mi ha fatto provare molte emozioni, il tuo pagliaccio dell'isola bianca mi piace davvero molto.

    LoScemoDelVillaggio
  • michela salzillo il 11/03/2011 23:51
    GRAZIE Meg!!!
  • Anonimo il 11/03/2011 23:39
    Tante, forti emozioni espresse in modo dolce e gradevole. Bella, bella, bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0