accedi   |   crea nuovo account

Tibi nos plausum

Plausum tibi iungat,
fidelitas valorem
et honestatis vocem,
vantus et gloria nostrae
latinitatis.

Reflectores lucebant
quam qui
tus cantum
effundebas.

Nunc, in caelestis
coro,
nitor siderium
splendes.

Nos
voces tuarum
audiemur,
gloria
latine gentis

Nilla,
tibi nos plausum,
cantis regina.


A Te, Nilla,
fedele nei valori,
onesta nella voce,
giungano i nostri applausi;
vanto sei dell'Italia,
gloria della latinità.

Le luci si accendevano,
a levar del tuo canto.
Ora, in un celeste coro,
tra lo splendore delle stelle,
risplendi.

Noi udremo la tua voce,
vigore della nostra gente.

A Te, Nilla,
regina della canzone,
giungano i nostri applausi.

 

l'autore Giuseppina Iannello ha riportato queste note sull'opera

Titolo in Italiano: Omaggio a Nilla Pizzi


0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Giuseppe Amato il 20/03/2011 12:49
    Senti Giuseppina fai un'operazione didattica per noi che vogliamo capire con indulgenza per gli sbiaditi ricordi Nos audiemur voces... metti in fila le parole come dalla tua traduzione in modo che possa capire i casi e le concordanze... te l'ho detto non conosco il Pascoli latino, ma la concordatio doveva valere anche per lui e per i suoi seguaci
  • Solo Commenti il 20/03/2011 00:33
    "Nos voces tuarum audiemur" - "Noi udremo la tua voce" (???). La povera Nilla è stata assunta in cielo in un coro di stonature di improbabile latinorum.
  • Vincenzo Capitanucci il 15/03/2011 18:19
    Un bellissimo omaggio.. Giuseppina.-.-

    Nilla,
    tibi nos plausum,
    cantis regina.
  • Giuseppe Amato il 15/03/2011 12:14
    singulorum latent voces, ommium apparent

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0