PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Bianco, gocce sulla pelle

Esiti
lanci la pallina
e vivi un'emozione
un'altra dopo quattro anni
riacquisti il tiro
la tua grinta vincente
gli amici persi e nuovi
il Sole sul volto
e quel grigio primaverile
le tute da ginnastica
e la racchetta in mano
disegnano archi e volte
su nell'aria
per un nuovo game
e set di corse sorrisi.

Scema la pioggia corri.
Cade la pallina dalle mani
mentre bagni le guance e sorridi.
Gocce rimangono a lungo sul mento
perpetue quasi rugiada fresca.
Si allargano le dita
e la pallina rotola.
Nuovo lancio,
nuova emozione.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Jurjevic Marina il 22/03/2011 09:50

    Eh sì ... ogni mio commento sembra esagerato vero? Ti dico sempre come sei fantastico, però io ci credo veramente, e credo in te.
  • Ugo Mastrogiovanni il 17/03/2011 19:47
    Attraverso una rete di analogie, il giovane Tiloca evoca la sua serena realtà e ne fa meritevoli versi.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0