accedi   |   crea nuovo account

L'autunno è già inoltrato

Le mie mani cercano affannosamente affetto,
mondi blu avanzano vorticosamente.
Bianchi fantasmi ci osservano
mentre facciamo l'amore;
una figura alla finestra
ammira il disteso oceano
dei tuoi occhi cerulei.
Marmi tenebrosi
di bianca speranza del futuro
finché la morte separa,
speranza ultima di non più soffrire.
L'addio dal mondo azzurro
del cielo della tua infanzia innocente,
sapore d'amore, sapore di vita,
pelle bruciata, scottata al bitume,
distesa, trascorrendo l'estate
tra il mare e il cielo,
sguardo infinito,
domani mi mancherai:
l'autunno è già inoltrato.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 27/03/2011 10:24
    ... muore l'estate... solo per perpetuare la sua vita... bella!
  • calogero pettineo il 17/03/2011 23:11
    grande emozione e tristezza mi hanno accompagnato
    dopo la lettura di questa lirica.
  • karen tognini il 17/03/2011 14:34
    L'autunno della vita ha pero' la sua dolcezza...
    va assaporata fino all'ultima foglia sul ramo...
    bravo.. piaciuta...
    k