accedi   |   crea nuovo account

Ascoltare se stessi

Nello spazio immenso dell'infinità dell'anima,
c'è un orologio senza lancette,
scandisce il tempo che passo con me stessa,
è un tempo eterno che non esaurisce.
La luce di una candela illumina e riscalda.
Per sentire se stessi occorre pazienza,
orecchie non comuni,
che colgano solo i suoni migliori
un senso sopraffino,
per capire solo l'essenziale
sapersi parlare,
per non offendersi a morte.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • mario rossi il 08/04/2011 18:47
    La descrizione di un mondo, interiore e attuale...
  • Sergio Fravolini il 19/03/2011 14:00
    Molto ben descritta...

    Sergio
  • Anonimo il 18/03/2011 07:20
    Bella poesia, letta in silenzio e con la meditazione che così bene esprimi... vero, per sapersi parlare e capire ci vogliono molte doti, pazienza ed esercizio. Molto introspettiva. ciaociao e brava.
  • Franco Castelli il 17/03/2011 21:32
    Profonda poesia, che ispeziona lati all'occhio invisibile.
    Il tempo si conia nello spazio, e noi li ad osservarlo...
    Brava
  • loretta margherita citarei il 17/03/2011 21:23

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0