accedi   |   crea nuovo account

Oh mio Tevere dolce!

Il ruscello
che gorgogliando
a valle scende,
la sua fauna
orgogliosa
trasporta,
da mane
a sera,
da sera
a mane,
senza mai
un lamento,
al paziente
e cocciuto pescatore
deliziosamente
offre;
oltre andando,
il caro Tevere
forma.
E di qua
e di là
di questo fiume
c'è una Roma
che vi aspetta.

 

3
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 05/06/2013 17:06
    ... poesia patriottica
    molto bella
    complimenti...

4 commenti:

  • calogero pettineo il 19/03/2011 14:53
    non vedo l'ora di rivederla.
    come sempre dei versi carichi ed intensi.
  • Ugo Mastrogiovanni il 19/03/2011 11:30
    Ed è fiume anche la poesia, sembra che i versi siano trascinati dall'onde.
  • Vincenzo Capitanucci il 18/03/2011 19:26
    Bellissima Don.. bellezza dei nostri fiumi.. eppure avrebbero di che lamentarsi..
  • Anonimo il 18/03/2011 18:17
    Dalla lettura piacevole, molto originale. Apprezzatissima. Un vero capolavoro.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0