username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La pace in lacrime

si respira nell'aria l'assenza di pace
una guerra che non fa rumore
una casa che salta in aria ed un bimbo che muore...

.. guarda quell'uomo laggiù
... ha un arma in mano
... ma lui ci salverà!

questa fame e questa sete
non la puoi placare
se ciò che vien dato son briciole
di pane.

una donna una mamma
vede cadere il suo unico figlio giù a terra
.. fa male e si vede ma nessuno la ferma!

quelle luci non sono fiamme di un falò
non è festa di un santo
e quei botti non fanno solo scena

è una realtà sempre più vera.

C'era un campo di grano
c'era ma adesso non c'è più

c'era un sole in un c'ielo d'azzurro
e c'era qualcuno come nessuno
che implorava una preghiera

quella donna con gli occhi d'incanto
prega ancora
ma della GUERRA

SENTO ANCORA IL PIANTO.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • ELISA DURANTE il 11/06/2011 18:08
    E che dire dei "missili intelligenti" ? Hai inquadrato l'argomento in modo toccante, l'orrore si mischia alle lacrime e allo sbigottimento...
  • vania antenucci il 24/03/2011 00:27
    Vere tristezze che ci circondano, fanno male ma è cosi. Bravo espresse bene!!!
  • lucia lo cascio il 21/03/2011 12:11
    tristemente attuale nei secoli dei secoli... bravo!
  • Anonimo il 21/03/2011 10:08
    Scrivi con tanto sentimento ed altrettanto stile
  • alessandra gazzi il 21/03/2011 08:59
    Fa tremare il cuore. Fredda, dolce, delicata e non so quale altro aggettivo aggiungere.
    Meravigliosa!!!
  • michela salzillo il 20/03/2011 01:17
    Una sentita manifestazione dela realtà!
    Mi piace!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0