accedi   |   crea nuovo account

Morti Viventi

Un'altra maledetta notte!
Tremanti,
come foglie al vento,
l'affanno li attanaglia.
In cerca del Paradiso artificiale
in vicoli stretti e oscuri
dove manco la Morte
si avventura.
Il corpo
in precario equilibrio,
gli arti scoordinati,
le braccia con mille buchi,
le vene plastificate.

Dalla vita marchiati,
dal respiro del mondo sputati.

Obnubilazione ed oblio,
il puscher come Dio,
della scimmia in balia.

Urla la bestia
nell'attesa funesta,
quietata
dalla dose iniettata.

Un'altra maledetta notte,
anestetizzata,
muore
senza memoria.
Domani
un'altra storia,
semmai ci sarà.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Anonimo il 09/06/2011 20:17
    ti ho ricommentato... per la seconda volta... ma il tema lo merita ... per oggi ho finito complimenti ancora
  • Anonimo il 09/06/2011 20:16
    hai ragione ezio... non solo parole ma fatti...
  • Ezio Grieco il 04/04/2011 21:20
    Grazie annarita, Roberto, Giacomo, Gabriella, Don, Antonio, Cla Car, Vasily, grato per i vostri commenti.
    ... piaga sociale che ha distrutto e distruggerà molte esistenze se non verrà affrontata con serietà e competenza. E non è vero che il... problema è di chi lo ha, è un problema di tutta la società civile, ed ognuno dovrebbe impegnarsi per aiutare i preposti affinchè venga debellato. Tutti siamo, ed i più giovani saranno, nonni, genitori, fratelli; e se... catturasse un nostro... nipote, figlio o fratello?
    Facciamo petizioni, referendum lotte, affinchè il disagio DROGA venisse affrontato già nell'età scolastica, anzi, che venisse introdotta come prima materia di studio, forse salveremo tanti giovani, e chissà, anche il futuro della nostra... misera società.
    cl
  • vasily biserov il 04/04/2011 18:40
    immagini crude e molto belle, le hai rese perfettamente. bravo!!
  • Anonimo il 29/03/2011 17:52
    una descrizione cruda ma ben fatta di questa dipendenza, complimenti
  • Antonio Pani il 22/03/2011 15:19
    Scritto intenso, vero e "di spessore". Immagini decise, dirette e taglienti, che trasmettono in modo importante, innescando pensieri e riflessioni. Molto apprezzata, complimenti. A rileggersi, ciao.
  • Don Pompeo Mongiello il 21/03/2011 19:45
    Poesia veramente molto apprezzata e piaciuta con parole che non conoscono nazionalità eppure comprese. Complimenti!
  • Gabriella Salvatore il 20/03/2011 15:06
    Quando l'angoscia attanaglia, la vita ci sembra aver perso il suo scopo, triste ma molto bella!
  • Giacomo Scimonelli il 20/03/2011 12:02
    ''... Dalla vita marchiati,
    dal respiro del mondo sputati...''
  • Roberto Luffarelli il 20/03/2011 11:35
    Tragicamente reale! Rende l'angoscia, l'illuso vivere che nella notte percorre strade, vicoli, stanze delle nostre città
  • anna rita pincopallo il 20/03/2011 09:48
    poesia molto vera purtroppo una dipendenza dalla quale è difficile uscire

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0