accedi   |   crea nuovo account

È caduto un granellino di sabbia tra le rocce

Ciocche al vento
e concedo il brillare
ai raggi tuoi intensi
della domenica e primavera
scintille tra le pupille
ciglia cascano come i petali rosa
ed io non li ho visti cadere.

E tu sei come
quel granellino di sabbia,
il mare ti ha portato via,
gettandoti nel profondo.

Liscia e ruvida abbracciarti è
dono di energia e semplicità
stringo il tuo tronco
sei vicina a me e ricambi
quercia e leccio foglie polline
secolari le tue radici e non calpesto
abbraccio te e concedo il momento
si sorride.

Un attimo viola,
da catturare col flash.

Ma sai,
il mare si sà,
può farti tornare indietro.
Dipende se le rocce ti vorranno tra loro.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Jurjevic Marina il 22/03/2011 09:49
    E tu sei come
    quel granellino di sabbia,
    il mare ti ha portato via,
    gettandoti nel profondo.

    Da dove vengono queste immagini... Sei una delle più grandi sorprese di PR.. un ragazzo pieno di fantasia, di poesie e racconti indimenticabili. Ti leggo sempre con molto piacere.
  • soffice neve il 21/03/2011 20:06
    se è preziosa per le rocce indietro non tornerà!!!
  • Anonimo il 21/03/2011 15:56
    immagini bellissime.. bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0