PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Navigar da soli

in questo caffè lontano dal centro
poco conosciuto, semplice, accogliente,
quasi come le nostre anime di un tempo,
abbiamo raschiato il barile dell'amore
ma non abbiamo trovato nulla
neppure un po di malinconia
che ci tenesse uniti un ultima notte.
meglio andare via, perdersi nella città
fredda e piovosa come i nostri occhi
che come finestre sull'oceano
scrutano l'infinito.
quanta amarezza a navigar da soli!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • vincent corbo il 05/10/2011 16:28
    Le tue poesie meritano una lettura accurata perchè "profonde", oserei dire "tridimensionali". Pochi possiedono questo "tocco".
  • Giorgio Cazzante il 10/08/2011 02:47
    bravo vincenzo, complimenti!!
  • laura cuppone il 08/06/2011 16:56
    proprio nella sconosciuta confusione
    tra le vite altrui
    in un bar... si assapora
    la solitudine interiore.


    bella.
    Laura
  • mauri huis il 01/06/2011 21:03
    molto bella davvero. complimenti
  • paola lorusso il 11/05/2011 19:38
    Non sei solo, te lo dico per esperienza recentissima, sei con la tua anima ferita... ti parla e il tempo rimarginerà le ferite.
  • paola lorusso il 11/05/2011 19:38
    Non sei solo, te lo dico per esperienza recentissima, sei con la tua anima ferita... ti parla e il tempo rimarginerà le ferite.
  • Anonimo il 27/04/2011 08:59
    bellissima... di un triste incontro intento a ricucire un rapporto... ormai lontano bella... ben scritta
  • claudia pinheiro montenegro il 26/04/2011 03:16
    Ciao Vincenzo,

    Gesù stia sempre insieme a te.
    abbraccio,
    claudia
  • vincenzo rubino il 23/03/2011 20:13
    thanks Giovanna... in realtà l'ho scritta da un po ma non mi convinceva, in particolare non trovavo la chiusura.. ciaoo a presto.
  • giovanna raisso il 23/03/2011 19:05
    Vincenzo.. a mio parere è la più bella delle tue.. bella davvero
  • Giacomo Scimonelli il 23/03/2011 16:16
    molto bella... scritta bene
  • Anonimo il 22/03/2011 10:40
    Bravissimo, l'apprezzo molto questa tua
  • Vincenzo Capitanucci il 22/03/2011 10:26
    Bellissima.. Vincenzo..

    ... i nostri occhi
    finestre sull'oceano
    scrutano l'infinito... ma quanta amarezza a navigar da soli..
  • vale t il 22/03/2011 08:23
    ..."quanta amarezza a navigar da soli"

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0