accedi   |   crea nuovo account

Mercanti del dolore

l'eco dei passi nella mia mente
ricordo le luci specchiarsi nell'acqua del porto
era l'inizio di una realtà opprimente
velata nel più recondito desiderio ormai morto

intrappolato nel labirinto dell'anima
affronto a occhi chiusi la mia coscienza
disperso nel rimorso d'una mente anonima
l'acronimo della tua voce risuona a sufficienza

dame velate ostaggiano danze infernali
alle quali ritorno passando le serate
in compagnia dei miei errori madornali
rifinite con stupide scelte imponderate

adocchio nei pensieri la tua immagine
sfocata fino a svanire nei pensieri
in quest'amore scritto solo in bianche pagine
infettato dal nulla di ieri

guardando questa notte un buio mare
vedo solo l'antica nave della mia mente
accingersi ancora una volta ad arrivare
come una nave fantasma troppo indulgente

sbarcano solo i mercanti del dolore
che m'incendiano di futili e pungenti parole
sottolineando pagine prive di colore
dov'è presente il male per ora non cedevole

sento la tua presenza qui accanto
quest'oggi non comprerò dolore alcuno
nel delirio di un eterno infranto
infuocherò già il tormento inopportuno

l'antica nave allora svanirà nel buio del mare
resterò qui a bocca aperta tra me e il cielo
gettando via tutto ciò che non è basilare
attendendo che l'anima si liberi da questo gelo...

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Paolo Villani il 24/02/2015 14:29
    Ballata ammirevole: eccellente dal punto di vista tecnico, finale molto positivo.
  • Giorgio Cazzante il 26/03/2011 04:41
    esatto! la positività dev'esserci sempre, anche quando gli orizzonti sono deviati verso qualcosa che non esiste!
  • Giuseppina Iannello il 25/03/2011 14:34
    Traspare dai Tuoi versi un desiderio che è certezza; l'esistenza umana è, certo, intessuta di pianto, ma gli ideali portano alla gioia.
  • Giorgio Cazzante il 23/03/2011 01:39
    sei gentilissimo, grazie mille!!
  • denny red. il 23/03/2011 01:30
    dame velate.. danze infernali..
    sento la tua presenza qui accanto..
    Intensa.. Bella... Bella!!! Ben Scritta!!
    Bravo!! Giorgio
  • vale t il 22/03/2011 08:31
    ..."guardando questa notte un buio mare
    vedo solo l'antica nave della mia mente
    accingersi ancora una volta ad arrivare
    come una nave fantasma troppo indulgente

    sbarcano solo i mercanti del dolore..."

    ..."l'antica nave allora svanirà nel buio del mare
    resterò qui a bocca aperta tra me e il cielo
    gettando via tutto ciò che non è basilare
    attendendo che l'anima si liberi da questo gelo..."

    Magnifica!!! Complimenti!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0