accedi   |   crea nuovo account

La mia casa di campagna

ho amato gli alberi e l'erba incolta,
ho amato la terra sotto il sole cocente,
il sole sull'erba,
la terra sotto la pioggia.
Ho amato l'orto,
la fatica e l'orgoglio dei suoi doni,
ho amato i ciliegi, i peri... i pini
la cornice dei monti.
Ho amato il melo con i suoi frutti
e il rifugio della sua ombra.
Ho amato la casa, il suo profumo,
la sua essenza... il suo schiudersi
su ciò che più conta!
Ho amato i tramonti e le speranze dell'alba
felice e appagata del mio essere.
Poi qualcosa ha fermato l'incanto.
Come un essere in fuga mi sento.
Sono partita insieme ai tramonti.
Ho perduto la vita,
invoco la sera immobile d'estate
e vorrei essere io il vento.
Felicità che il vento trascina
felicità che l'ombra della memoria cancella,
tra tanti ricordi... uno solo vorrei si annullasse!

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 18/05/2011 10:47
    la malinconia compagna di olti... versi intensi e belli... continua sei brava
  • angela testa il 19/04/2011 10:33
    piena di sentimento... ma nulla si annulla... bisogna solo pensare al domani con amore...
  • Anonimo il 24/03/2011 08:47
    Bellissima sintesi dello scorrere di una vita, piaceri, gioie, dolori ne fanno parte cosi come i ricordi, "uno solo vorrei si annullasse!" questa frase perchè!!! mai annullare il nostro presente, cosi come il passato essi sono le radici che ci hanno fortificato, e reso possibile il resto...
  • calogero pettineo il 23/03/2011 17:00
    colma d'immagini e profumi per una chiusa malinconica.
    molt bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0