PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La soglia

Hai varcato la soglia
del mondo accanto
seduto composto
una sera
di un giorno qualunque.

Bruciati i battenti
verso i colli fioriti
le lande deserte
e i campi innevati.
hai battuto
il sentiero
che fletteva miraggi.

Ed ora che conosci
l'ingresso del bosco
e la terra di luce
si è fatta feconda

sotto la terra
respirano i passi.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Bruno Briasco il 27/03/2011 13:41
    Hanno già detto tanto prima di me che non saprei cosa aggiungere se non ripetermi. Brava!
  • Anonimo il 26/03/2011 20:29
    "Bruciati i battenti
    verso i colli fioriti
    le lande deserte
    e i campi innevati.
    hai battuto
    il sentiero
    che fletteva miraggi..."
    Cara Angela... le tue poesia sono balsamo per l'anima ed il cuore...
  • Anonimo il 24/03/2011 19:47
    Sotto la terra il respiro... i passi che diradano e restano scolpiti. Immagini che s'imprimono con forza nella sfera emozionale. Oltrepassare la soglia per sconfinare nell'esperienza dell'amore come passaggio a... Esodo del cuore in terre lontane e promesse. Poesia straordinaria per il lessico ed il contenuto. Molto intensa.
  • ANGELA VERARD0 il 24/03/2011 13:15
    non so perchè siano uscite tutte quelle faccine ammiccanti... non le ho inserite io... curioso il web
  • ANGELA VERARD0 il 24/03/2011 13:14
    Vi ringrazio dei commenti, che mi hanno colpito, per la loro profondità. Per questo mi fa piacere spiegarvi il significato di questa poesia.
    La poesia si riferisce a quelle emozioni intense che arrivano nella vita inaspettate ("dal mondo accanto" "un giorno qualunque" e non fanno nulla di speciale, ma nonostante ciò arrivano (ecco il senso della staticità iniziale resa dall'espressione "seduto composto". Queste emozioni hanno il potere dii varcare la "soglia" e di farti bruciare "i battenti" (nessun freno e nessuna limitazione), mostrando tutto di te: ciò che è visibile ("i colli fioriti", "le lande deserte" e "i campi innevati), ma anche ciò che è normalmente nascosto ("il sentiero nel bosco" che normalmente non è accessibile ("fletteva miraggi", fino a giungere nella più assoluta profondità ("sotto la terra respirano i passi".
  • Vincenzo Capitanucci il 24/03/2011 10:35
    Splendida Angela...

    l'ingresso del bosco
    e la terra di luce
    si è fatta feconda...

    l'avvenire è sepolto lì..
  • rosanna erre il 24/03/2011 09:25
    Rileggo stamattina la poesia grazie al commento di Simone che mi ha riportato qui.
    Stavolta colgo forse il giusto significato di quel "mondo accanto"...
    Ora tutto il resto prende un senso di intreccio e fusione tra due anime e non solo.
    Forse sarebbe meglio che commentassi al mattino anzichè alla sera
    "sotto la terra respirano i passi" adesso mi fa pensare ad una vita che nasce
    perciò... una poesia oltre le parole comunque!
  • Simone Scienza il 24/03/2011 01:05
    Sulla soglia
    sospira la voglia

    Piaciuto particolarmente il passaggio
    "hai battuto
    il sentiero
    che fletteva miraggi."

    Sapienti termini al servizio di metafore ed emozioni affascinanti
  • rosanna erre il 23/03/2011 22:03
    La prima strofa definisce una immobilità fisica che fa da base e da contrasto con tutto il viaggio che consegue da qual "varcare la soglia".
    E quel "mondo accanto" un po' inquietante che sembra fuoriuscire da un'introspezione esasperata è di un fascino magnetico.
    Le chiuse ultimamente ti vengono fantastiche... lasciano con un punto interrogativo che secondo me fa sempre bene... fa proseguire la poesia anche dopo le parole.
  • karen tognini il 23/03/2011 21:13
    giusto.. ben detto Giuseppe.. Angela è davvero tra le più brave...
    stupenda...
    ciaoooooooo...
    k
  • Giuseppe Bellanca il 23/03/2011 21:01
    mentre convalidavo questa poesia pensavo che era bella infatti adesso che ho letto il nome dell'autrice capisco perchè: c'è la mano dell'artista... complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0