accedi   |   crea nuovo account

Il Treno

C'erano troppe rotaie
in corsa perpetua
tra le valli distese
in equlibrio composto
sul filo nero della vita
mentre restavo seduta
alla stazione di ritorno
con la valigia chiusa.

Ma di tanti treni presi
e consumati
con il mio restare

Nessuno

ha mai valicato
quel confine nascosto
tra le pieghe del colle
laggiù appena lontano
dove finiscono i binari
e si aprono i campi
arati a grano.

Ora che lo so
Ti prendo
e non mi siedo.

Un biglietto di sola andata, per favore.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

22 commenti:

  • ANGELA VERARD0 il 28/03/2011 10:12
    Grazie Bruno e grazie Nicola
  • Anonimo il 27/03/2011 22:08
    Che bella...
  • Bruno Briasco il 27/03/2011 13:38
    Speranza, voglia di andare avanti con determinazione alla vita che scorre fra le dita senza che ce ne rendiamo conto, Brava!!
  • ANGELA VERARD0 il 26/03/2011 20:03
    Grazie amici... grazie per aver condiviso ed apprezzato questo viaggio... un commento per Rosanna: hai colto perfettamente... quel Nessuno ha il suo senso nella posizione della lirica e deve suonare proprio come lo hai visto tu...
  • Mat S il 26/03/2011 19:33
    Bellissima! Nessun commento basterebbe a definire pienamente il tuo grande talento
  • Giacomo Scimonelli il 26/03/2011 18:16
  • ELISA DURANTE il 26/03/2011 17:17
    Seduti mai. E nella valigia, riposto con cura ma a portata di mano, l'indispensabile, l'importante per Vivere.
  • calogero pettineo il 25/03/2011 22:18
    non servono parole a commentare questi versi,
    che sono veramenti belli.
    ciao.
  • loretta margherita citarei il 25/03/2011 21:03
    ottima
  • michela salzillo il 25/03/2011 20:06
    Sei quasi incommentabile.
    Scado nel banale se ti dico di nuovo bella, ma è la verità.
    Sei una degli autori che preferisco in questo contesto.
  • Anonimo il 25/03/2011 19:22
    Complimenti, è una bellissima poesia.
  • Laura cuoricino il 25/03/2011 17:51
    Un biglietto di sola andata, questo è la vita!
    Poeticamente ben descritta! Un piacere leggerti...
  • roberto anonimo il 25/03/2011 17:33
    la vita e' un viaggio continuo
  • Anonimo il 25/03/2011 16:27
    Finalmente libera... senza costrizioni... bella scritta bene Angela brava
  • Elisabetta Fabrini il 25/03/2011 15:49
    Bellissima Angela... voglia di andare, di volare, di non tornare!!
  • rosanna erre il 25/03/2011 14:50
    Rendi visive le sensazioni.
    Quel "nessuno" lì in mezzo da solo suona come uno schiaffo.
    Alla chiusa percepisco speranza e coraggio.
    ciao Angela
  • Cristina Cirstea il 25/03/2011 14:50
    una poesia molto bella
  • Simone Scienza il 25/03/2011 14:31
    Un biglietto d'andata
    tutto ciò che abbiamo
    sci... volando da binari
    ai campi di grano.

    Traduci benissimo il tuo sentire... Bravissima
  • Vincenzo Capitanucci il 25/03/2011 14:09
    Bellissima Angela... apriamo la valigia... buttiamo i vestiti.. e corriamo in quei campi... nessun treno portà laggiù..
  • Giuseppe Bellanca il 25/03/2011 13:47
    una poesia molto intensa che esprime tutto il tuo sentire come sempre bravissima ciao.
  • Anonimo il 25/03/2011 13:37
    Hai ben espresso il senso dell'andare, del correre della vita verso una direzione, del nostro maturare prima di renderci conto di questo, prima di operare la scelta. Veramente bella, complimenti!
  • karen tognini il 25/03/2011 13:09
    Ora che lo so
    Ti prendo
    e non mi siedo.

    Un biglietto di sola andata, per favore...
    Bellissima Angela... una fermata sicuramente meravigliosa...
    baci
    k

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0