PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ad un uomo che soffre

Mite il clima,
precario l'umore,
strana l'atmosfera
ed intenso il dolore.
Come una sigaretta la vita si consuma
ed ogni tiro è un giorno che se ne va.
Breve potrà sembrare l'esistenza,
visto l'oggetto cui è posta in confronto,
ed al termine di essa
il tempo passato non parrà molto,
ogni rimpianto finirà per riproporsi
ed il dolore non accingerà a fermarsi.
In final sede,
pur non avendo fede,
l'anima a Dio raccomanderai
ed il suo ascolto pretenderai,
sperando in un utopico viaggio
verso un mondo migliore.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Anonimo il 27/03/2011 20:31
    questo nn lo so ale, xkè non ti consosco abbastanza... ma il rischio in una poesia del genere era dietro all'angolo per chiunque, invece tu l'hai evitato alla grande... bravo!
  • Alessandro Valentino il 27/03/2011 20:07
    il moralismo non rientra nel mio essere francesco! Comunque grazie e grazie anche a Maria Rosa ^^
  • Maria Rosa Cugudda il 27/03/2011 17:21
    Letta con piacere, apprezzata molto!
  • Anonimo il 27/03/2011 15:52
    poteva "cadere" facilemente in un "taglio" moralista, invece tu hai evitato il pericolo! bravo!
  • Alessandro Valentino il 26/03/2011 13:04
    Grazie michela ^^
  • michela salzillo il 26/03/2011 00:03
    Ogni giorno fai un passo in più!
    Bravo
  • Alessandro Valentino il 25/03/2011 20:40
    ti ringrazio molto ^^
  • Francesca La Torre il 25/03/2011 20:24
    bella, ben scritta per il contenuto profondo che esprime. Piaciuta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0