PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Riti

Chiusa dentro riti inequivocabili
si trascina la mia vita,
così modesta,
così inutile.
Spirali di consuetudine si avvolgono sui miei propositi di libertà
a soffocarne l'ardore,
a ricordarmi chi sono,
cosa poco sono.
Riti di usuale ed insensata noia
che si compiono nel perenne ed immutato trascorrere di un tempo
che non è più il mio,
di cui ne sono un ignaro e impotente spettatore.
Riti che sanno di miserevole disfatta,
di prematura resa ad un nemico
che ammicca soddisfatto sulle mie paure,
sulle mie insicurezze.
Riti ai quali svenderò la mia vita ridicola ed insensata,
nella certezza che questa enorme e rumorosa giostra
è solo un gioco inutile,
un perdersi per sempre nel disarticolato universo della mia pazzia.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 13/07/2008 09:42
    Riti di iniziazione alla vita... per ritrovarsi.. per sempre articolato nell'universo... in piena lucidità...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0