accedi   |   crea nuovo account

Il senso della Neve

Venne il giorno
che di tante piogge
e tormente d'autunno
il gelo posò il suo respiro
sui campi d'inverno
trasformando l'acqua
in morbidi cristalli.

Nessuna sottana
copriva i fianchi
nè la seta del cielo
sfiorava i seni.

Seduta sul ghiaccio
dei campi d'inverno
a mani nude
ho scavato
la Neve
fino a sentire
il calore
che sotto la pelle
mi veste.

Conobbi la terra
Madre
del mio primo vagito.

La stessa terra
che porta sempre
le viole
senza mano
che semina.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • Anonimo il 01/04/2011 18:59
    Meravigliosa..."ho scavato la Neve" come leggere il profondo dell'anima alla ricerca di ciò che si è perduto, bella brava.
  • Hila Moon il 30/03/2011 10:19
    Ciao Angela... complimenti, davvero bella!
  • rosanna erre il 28/03/2011 10:26
    in movimento inverso rispetto alle immagini proposte (di qualcosa che scende e poi scava ) il "senso" di quella neve (e di noi ) sale col fluire dei versi fino a quel sbocciare spontaneo di viole che lascia a bocca aperta ogni primavera
  • Vincenzo Capitanucci il 28/03/2011 09:37
    Splendida Angela... una chiusa sublime..
  • Giacomo Scimonelli il 27/03/2011 23:18
    poesia sublime
  • Anonimo il 27/03/2011 21:09
    angela veramente bella... ho sentito il calore... la neve protegge... una poesia piena di metafore... complimeti
  • Giuseppe Bellanca il 27/03/2011 20:27
    Bellissima poesia ricca di belle immagini versi molto riflessivi da una lirica molto sussurrata, bravissima ciao
  • cesare righi il 27/03/2011 20:02
    Bellissima, un quadro poetico, 5st
  • Annamaria Ribuk il 27/03/2011 19:47
    ... riconoscere la Madre Terra... che dona la vita... bella!
  • Elisabetta Fabrini il 27/03/2011 17:46
    Belle immagini... stupende parole che mi emozionano sempre.
    Sei brava Angela!!
    Ciao Ely
  • loretta margherita citarei il 27/03/2011 17:33
    bella, ottima nelle metafore usate, complimenti, sei super
  • Maria Rosa Cugudda il 27/03/2011 17:18
    Stupende metafore, versi curati, particolarmente gradita e apprezzata!
  • franco picini il 27/03/2011 17:11
    Poesia visiva, ma non solo. La neve come metafora di un momento di pace che concede il tempo di scavare, a mani sincere, il senso più profondo della vita, la sua origine generatrice... il primo vagito. Lì dove tutto inizia spontaneamente, che sia viola o vita. Molto bella!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0