accedi   |   crea nuovo account

Genesi

Ho visto una cellula uovo
contorcersi sibillina
nella mia memoria

e denti rotti

spermatozoi velocissimi
rapidamente inabissarsi

e seni aperti

piccole vergogne riscattarsi

quasi un imbuto dal cielo
e la lunga scia di scintille

Ho visto accendersi un fuoco
che voleva chiamarsi acqua

Stanche nella veglia
le corna di Amon.

(Chinati davanti a te stanno gli dei, lodando la forza del Creatore. Re e capo di ogni dio, noi celebriamo la tua forza perchè tu ci hai creato. Ti veneriamo perchè tu ci hai formato. Cantiamo inni di lode perchè tu ci protegga.)
Inni di Amon

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Bruno Briasco il 31/03/2011 18:13
    Visione particolare. Sono vicino al pensiero di Ugo. Tuttavia di notevole intensità. Bravo
  • Ugo Mastrogiovanni il 29/03/2011 13:19
    Versi con vistosi effetti di luce in riscatto di quelle "piccole vergogne" che disegnano panorami di deità e creazione, decisamente suggestivi anche se accostati ad un Dio pagano.
  • loretta margherita citarei il 28/03/2011 21:24
    mi piace, inconfondibile il tuo stile
  • Maria Teresa il 28/03/2011 18:00
    Complicata e di non facile interpretazione, ma molto valida.
  • Vincenzo Capitanucci il 28/03/2011 17:40
    Molto bella Vincenzo.,. gene-si..

    ... quasi un imbuto dal cielo
    e la lunga scia di scintille

    Ho visto accendersi un fuoco
    che voleva chiamarsi acqua...
  • Anonimo il 28/03/2011 16:29
    La poesia offre spunti di riflessione sull'essenza della genesi secondo lo stile che ti contraddistingue. Mi piace
  • rosanna erre il 28/03/2011 09:49
    questa è esagerata vi
    destabilizzante e sibillina
    esoterica con quella citazione finale
    mi piaque assai assai

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0