username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Who is you?

Il mio sguardo si perda nell'oscurità
i tuoi occhi siano mia tomba e mia rinascità
mentre nel profondo di te abbandono il mio antico essere

Possano le mie labbra tremare
quand'il sole accarezzerà i tuoi sublimi lineamenti
si... tremare.. come corde d'un violino scosse d'ardente musica
che fremano al sol sfiorare la dolce rosa delle rubinee labbra

E il vento possa innalzar il suo canto fra le dolce spire dei tuoi capelli.. possa egli accarezzarti il viso.. lui che già ne conosce le fattezze.. possa narrarmi ed io ascoltar di te mentre il cuore solitario, alla tua ricerca, s'abbandona al suo battito ogni secondo morendo...

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Marco Ambrosini il 31/07/2011 14:48
    ragazzi ringrazio tutti voi dei commenti e vorrei dire che ho fatto un'errore nel titolo, infatti sarebbe dovuto essere "Who are you?" ma ormai è andata xD comunque di nuovo grazie a tutti ^^
  • Alessio B. il 07/04/2011 16:24
    Davvero molto bella...
  • Gianni Spadavecchia il 28/03/2011 19:03
    Bellissima! Mi ero chiesto il perchè di questo titolo e l'ho trovato come corde di un violino... sei un grande!
  • karen tognini il 28/03/2011 18:55
    Molto molto bravo... mi è piaciuta moltissimo
    bravo Marco...
  • Elisabetta Fabrini il 28/03/2011 14:29
    Splendida... eccellente poesia!
  • Marco Ambrosini il 28/03/2011 13:41
  • Vincenzo Capitanucci il 28/03/2011 13:39
    Bellissima Marco..

    ... i tuoi occhi siano mia tomba e mia rinascità
    mentre nel profondo di te abbandono il mio antico essere...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0