PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Monitus La vita è un intreccio di vite

Ille perversis bramae
quae rebus mundi experient,
animae, implorans venies
perducans veniam.
Aliquis, incuriae suae,
progenitor nequiscet,
veniam, disperet.
Imbellis,
costernatio defundis,
te redenta.
Memini: fructus semus
mortuis.
Vale remedium:
progeniae nostra,
obseque.
Memini: Vita
intersechet vitae.


Per quella brama perversa,
che impera sul mondo,
stai chiedendo perdono.

Qualcuno, che per propria
incuria,
ignora i progenitori,
disperi l'indulgenza.

Persona indegna,
la costernazione
dei defunti,
giovi a farti riflettere

Ricorda: siamo il frutto dei morti!
Ma c'è un rimedio: chiedi loro
Perdono.

Ricorda: la Vita è un intreccio di vite.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 27/04/2011 20:31
    ricorda siamo il frutto dei morti... ricorda la vita è un ntreccio di vite... molto bella giuseppina
  • Pepè il 19/04/2011 10:28
    Splendida. L'ultimo verso potrebbe funzionare anche come poesia ermetica.
  • Aedo il 31/03/2011 00:05
    Poesia originale, che contiene significati esistenziali profondi. Brava!
  • Anonimo il 29/03/2011 11:10
    Bella poesia, piena di significati profondi. Io invece adoravo il latino e tuttora lo ricordo molto bene. ciao giusy
  • Anonimo il 28/03/2011 22:25
    Mamma mia quanto odiavo il latino! xD Memoriam omissis, carminibus eximius est! (Ho usato il Google Traduttore, non mi linciare! xD)
  • loretta margherita citarei il 28/03/2011 21:02
    ottima pina, notevole, complimenti bacione a te e piero

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0