accedi   |   crea nuovo account

Desiderio

Infuocato,
ruvido,
possente,
è il mio sangue pazzo
che brama le tue gambe nude,
il tuo viso bianco di mattino,
il sapore delle mele che porti sul tuo seno.
E sei leggera tu,
vaga,
viva,
disegnata dalla lingua di un poeta
che il cuore ha nella tormenta,
perché ti sogna nuda
sotto un tronco di ciliegio
che dai sfogo ad una sporca fantasia.
Mia,
non mia,
brilli mentre voli via,
e non ti curi mai di ritornare,
e quando inaspettatamente torni,
ingenua posati al mio fianco
e donami soltanto un petalo,
ancora un petalo di fiamma,
donalo alle labbra mie bollenti,
guardami!
Non adesso,
non ancora:
guardami di spalle,
guardami quando mi volto,
guardami se non ti vedo,
mentre ritorno a casa,
così potrai sorridermi,
desiderarmi,
ancora nuda,
tu per sempre nuda,
spoglia di pudore,
spoglia delle solite paure.
Ed io nel desiderio
sospirerò di schiena:
desiderami!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • ciro la ferola il 22/10/2011 22:07
    condivido con voi la gioia di aver saputo che questa opera, che mandai ad un concorso, è stata pubblicata, ma non ha vinto il concorso, pazienza!
  • ciro la ferola il 04/04/2011 19:11
    grazie cara Ada, sempre molto gentile... la realizzazione vera di un poeta avviene quando un estraneo si identifica nella sua musa... peccato che a lei probabilmente non la farò leggere mai
  • Ada FIRINO il 04/04/2011 18:38
    Hai un modo di scrivere che incanta, tu! Chi legge ha l'impressione di essere la protagonista della tua poesia, tanto avvincono i tuoi versi! Diretti, spontanei, pieni di passione e di calore, di dolcezza e tenerezza insieme. Complimenti davvero!
  • valentina gargaglione il 29/03/2011 23:30
    per me la parola sporca è perfetta, rende in pieno il significato di ciò che vuoi esprimere...
  • ciro la ferola il 29/03/2011 18:12
    grazie :* si nu bigiù, anche a me quel po' di disturbo che ha mi dice che vuole restare e io non ho il potere di pulirla, lei è cosi
  • Federica Vezzo il 29/03/2011 18:06
    Perfetta così com'è, mai correggersi, il desiderio è una scossa, corre veloce lungo la schiena e a te è arrivata al braccio, alla mano, alla penna..! È giusta Ciro!
  • ciro la ferola il 29/03/2011 13:10
    grazie a tutti per le belle parole...
    vincenzo io solitamente non rifletto tanto prima di scrivere un aggettivo, anche a me disturba un pokino quello "sporca" ma infondo il desiderio per questa persona è leggermente disturbato perciò forse è giusto che sia così
  • Anonimo il 29/03/2011 11:06
    Una passione incontenibile che esplode. Però, visto che il tuo è desiderio puro, a posto di "sporca fantasia" avrei messo "ogni fantasia" che dà più respiro alla poesia e rende la fantasia più libera. ciao
  • ciro la ferola il 29/03/2011 02:20
    grazie per le belle parole, valentina e pietro... è tutta sentita, tutta
  • valentina gargaglione il 28/03/2011 20:57
    scusa per la ripetizione, è stato un errore..
  • valentina gargaglione il 28/03/2011 20:57
    oh Dio quanta passione...
    "disegnata dalla lingua di un poeta
    che il cuore ha nella tormenta,
    perché ti sogna nuda
    sotto un tronco di ciliegio
    che dai sfogo ad una sporca fantasia."
    molto bella..
  • valentina gargaglione il 28/03/2011 20:55
    quanta passione...
  • Pietro Chiabra il 28/03/2011 20:23
    una lettura che si fa tutta d'un fiato,
    molto bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0