PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Bianco

Verginità pura,
senza macchia
né paura;
piccoli candidi fiori,
da far ricordare
la neve
dell'appena passato
inverno;
colore incolore
tu sei;
la coscienza nostra
se tal rimaner
potesse,
vibrar
ne l'ultimo
ciel
poter,
come la più candida
di tutte
le creature
di questa terra immensa
eppure finita.

 

3
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Grazia Denaro il 08/02/2012 14:24
    Bellissimi versi che inneggiano alla purezza senza machia e senza paura, bravo. Piaciuta!
  • Vincenzo Capitanucci il 29/03/2011 11:28
    Bianco d'Amor... Tu sei
    la coscienza nostra... potessimo vibrare fino all'ultimo Cielo..

    Bellissima Don... Vegine pura... senza macchia di paura..
  • Anonimo il 29/03/2011 10:31
    Bravo. Hai saputo descrivere con i fiori appena sbocciati la primavera e la purezza dei cuori. ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0