accedi   |   crea nuovo account

L'alpe dei cavalli

Qui dove i boschi
respirano luce e i laghi
si colorano di cielo
vanno i cavalli selvaggi -
giù dai pendii,
al vento le criniere,
nitrenti libertà.
Vanno,
e se anche un poco stanno
alle rive o tra le fratte
sempre ancora fremono
per la corsa novella
e già per quella
che poi verrà.

 

l'autore Susanna Contadin ha riportato queste note sull'opera

Selezione XIII concorso di poesia Habere Artem
Pubblicata in AA. VV., Habere Artem, vol. XIII, Aletti Editore 2010


2
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Michele Prenna il 08/10/2013 19:13
    Un quadro dipinto con versi precisi che lo movimentano tanto che pare sentire il nitrito accompagnare la corsa libera dei cavalli.

6 commenti:

  • Filippo Minacapilli il 11/04/2012 15:27
    Bella... mi piace! Molto
  • cristiano daniele il 30/03/2011 12:10
    Troppi termini classici. Non lo so... però c'è qualcosa...
  • Giacomo Scimonelli il 30/03/2011 10:41
    brava... piaciuta
  • Free Spirit il 29/03/2011 23:44
    Selvaggie criniere galoppanti, lanciate in corse nitrenti libertà. Si respira la bellezza della natura in questi versi, bella
  • loretta margherita citarei il 29/03/2011 22:02
    splendida
  • rosanna erre il 29/03/2011 21:29
    regali delle belle immagini...
    i cavalli selvaggi (ma ne esistono ancora? ) donano quel senso di libertà estrema che l'uomo sogna per sè, ma più spesso toglie a loro... per sè.
    bella la chiusa con quel "fremere" che smuove positivo anche una certa monotonia interiore

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0